Disegno.png

Il 27 gennaio 1945, con l’esercito tedesco in ritirata, le truppe sovietiche entrarono per la prima volta nel campo di concentramento di Auschwitz, liberando alcuni superstiti e svelando al mondo l’orrore delle persecuzioni degli ebrei da parte dei nazisti.
Le Nazioni Unite, non a caso, hanno scelto la data del 27 gennaio per la celebrazione del Giorno della Memoria, in ricordo della Shoah, la persecuzione degli ebrei, affinché una simile barbarie non si ripeta più.
E, in occasione del Giorno della Memoria del 2022, un evento di eccezione si svolgerà all’ITST “Guglielmo Marconi” di Campobasso. Come ogni anno, infatti, la nostra scuola commemora la giornata della memoria per non dimenticare e per dire “Mai più” all’orrore e alla barbarie.
In questo momento, fortemente segnato dalla pandemia, tutti gli studenti e le studentesse, insieme ai loro docenti, parteciperanno, in modalità online, dalle 11:15 alle 12:15, ad un incontro sul tema in questione.
Ospite d’eccezione l’Ambasciatore Michelangelo Jacobucci, in collegamento da Roma, con un suo messaggio di speranza “affinché simili eventi non possano mai più accadere".
Nato a Vinchiaturo nel 1934, Michelangelo Jacobucci è in pensione dal 2000 e vanta una lunga e prestigiosa carriera diplomatica: dopo la laurea in giurisprudenza alla Sapienza di Roma nel 1959, è stato vice console a Melbourne, primo segretario di legazione a Vienna, consigliere di ambasciata a Pechino, primo consigliere a Washington, in servizio presso il Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica, ambasciatore ad Algeri e ad Atene, capo della rappresentanza diplomatica permanente d'Italia presso l'UNESCO a Parigi, ambasciatore a Brasilia. Come si vede, uno dei più insigni rappresentanti della nostra regione nel mondo, che – siamo sicuri – darà un contributo di altissima rilevanza nella giornata in cui si ricorda il periodo probabilmente più buio della storia dell’intera umanità.