Martedì 09 febbraio 2021 si rinnova l’appuntamento annuale con il SID (Safer Internet Day) che, in un contesto emergenziale come quello attuale legato alla pandemia da SARS-Cov2, assume un assetto organizzativo ancora più accattivante e coinvolgente, abbattendo distanze e limitazioni dettate dai protocolli in vigore. Già da lunedi 08 febbraio, è previsto un intero pomeriggio dedicato alla formazione e allo svolgimento di workshop rivolti ai docenti…Ma dal 09 febbraio i veri protagonisti saranno gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado.
Questa volta non incontreranno esperti o agenti della polizia postale per essere educati e informati sull’uso corretto della rete e dei social…Bensì utilizzeranno i social in maniera creativa per apprendere le possibilità “altre” che essi offrono di condividere contenuti connessi alla narrazione di sé, delle proprie conoscenze, dei propri talenti, nonché delle competenze acquisite nel proprio percorso educativo-formativo. Il progetto intitolato Safer Internet Stories verrà presentato su Rai Gulp (canale 42 del Digitale Terrestre) il giorno 09 all’interno della trasmissione “La Banda dei fuoriclasse” dalle ore 15,00 alle ore 17:00 (potrà essere fruibile nella medesima fascia oraria su Raiplay al seguente link https://www.raiplay.it/dirette/raigulp oppure in qualsiasi momento a questo ulteriore link https://labandadeifuoriclasse.rai.it ). La scrivente si è iscritta come referente del progetto e parteciperà con le classi 2B,2D e 2E dell’Istituto con l’account twitter @ITSTMARCONICB2 (che vi invito a seguire)…Ma in cosa consistono le attività da svolgere? Sono previsti due itinerari possibili che, con la massima flessibilità, impegneranno i ragazzi dal giorno 09 febbraio al giorno 09 marzo: #POESIESID e #STEMSID. Ogni settimana prevede una tematica diversa su cui cimentarsi guidati dai propri docenti per poi condividere il proprio lavoro e ricevere un feedback dalle Muse social e dagli Scienziati social della propria regione di riferimento. L’uso degli #POESIESID e #STEMSID apre comunque al confronto con i partecipanti di tutte le scuole italiane. Il percorso sulla poesia si svolge su TWITTER, quello sulle STEM su INSTAGRAM con account scolastico su cui sarà garantita la privacy e la tutela dei propri lavori. I temi cambiano settimana dopo settimana. Per la poesia saranno i seguenti: prima settimana “l’anafora”, seconda settimana “l’allitterazione”, terza settimana “la metafora”, quarta settimana “la poesia breve: haiku+limerik”; per il percorso STEM: prima settimana “microlab sullo spazio”, seconda settimana “microlab di coding + robotica”, terza settimana “microlab di progettazione”, quarta settimana “microlab di rompicapi matematici”. ALLA BASE DI TUTTO C’E’ IL GIOCO E LA CONDIVISIONE. La partecipazione deve essere vissuta sia dai docenti sia dai discenti come un’opportunità per divertirsi, per apprendere in maniera creativa e soprattutto per scoprire un uso dei social che esuli “dal mettersi in vetrina” in maniera superficiale e/o rischiosa, dal condividere sfere della vita privata che è meglio lasciare tali, dall’offendere o dal farsi offendere, dall’uso indiscriminato delle proprie immagini e delle proprie emozioni. MAI COME OGGI i social sono stati una finestra sul mondo nel momento in cui “la socialità è stata bandita” e quindi MAI COME ORA è indispensabile educare i ragazzi e le ragazze a USARE IN MANIERA CONSAPEVOLE, RESPONSABILE E COSTRUTTIVA gli strumenti che la tecnologia e la rete mettono a loro disposizione…
Ecco perché passare da un giorno ad un intero mese dedicato alla sicurezza in internet è un’occasione da non perdere per NAVIGARE, POSTARE E CHATTARE senza il rischio di annegare nella solitudine o di procurare e procurarsi danni… PER CRESCERE, APPRENDERE E CONFRONTARSI come essere umani in crescita dal profilo unico e autentico.
Prof.ssa Gerarda Del Gaiso
SEGUITECI SU TWITTER @ITSTMARCONICB2